Monatsarchiv: Mai 2013

La vasca

Voglio restare tutto il giorno nella vasca con l’acqua calda che mi coccola la testa

Un piede fuori che s’infreddolisce appena, uscire solo quando è pronta già la cena

Mangiare e bere sempre e solo a dismisura senza dover cambiare buco alla cintura

E poi domani non andrò neanche al lavoro, neanche avvertirò perché il silenzio è d’oro

Tornerò con gli amici davanti scuola, ma senza entrare, solo fuori a far la ola

Non ci saranno ripetenti punto e basta, staremo tutti insieme nella stessa vasca

Così grande che ormai è una piscina, staremo a mollo dalla sera alla mattina

Così che adesso è troppo piena e non si può più stare, è meglio trasferirci tutti quanti al mare

Quando fa buio accenderemo un grande fuoco, attaccheremo un maxi schermo e un grande gioco

E dopo inseguimenti vari e varie lotte faremo tutti un grande bagno a mezzanotte

 

Mi bagno, mi tuffo, mi giro e mi rilasso, mi bagno, m’asciugo e inizia qui lo spasso

E mi ribagno, mi rituffo, mi rigiro e mi rilasso, mi ribagno mi riasciugo e ricomincia qui lo spasso

Saremo più di 100, quasi 120, amici conoscenti e anche i parenti

Con il cocomero e la cocacola fresca, con le chitarre a dirci che non è francesca

Aspetteremo le prime luci del mattino; festeggeremo con cornetti e cappuccino

E quando stanchi dormiremo sulla sabbia, le nostre camere scolpite nella nebbia

Ma dormiremo poche ore quanto basta per poi svegliarci e rituffarci nella vasca

Mi bagno, mi tuffo, mi giro e mi rilasso, mi bagno, m’asciugo e inizia qui lo spasso

 

E mi ribagno, mi rituffo, mi rigiro e mi rilasso, mi ribagno mi riasciugo e ricomincia qui lo spasso

Voglio restare tutto il giorno in una vasca con le mie cose più tranquille nella testa

Un piede fuori come fosse una bandiera, uscire solo quando fuori è primavera

Ma spero solo questa mia fantasia non sia soltanto un altro attacco di utopia

Perché per questo non c’è ancora medicina che mi trasformi la mia vasca in piscina

E tantomeno trasformare tutto in mare, però qualcuno lo dovrebbe inventare

Mi bagno, mi tuffo, mi giro e mi rilasso, mi bagno, m’asciugo e inizia qui lo spasso

E mi ribagno, mi rituffo, mi rigiro e mi rilasso, mi ribagno mi riasciugo e ricomincia qui lo spasso

 

 

 

Werbeanzeigen

La giara.. Teatro ed inclusione