Monatsarchiv: November 2012

SCIALLA

Scialla, il telefono squilla
Scialla, non ha suonato la sveglia
Scialla, il mondo è fuori che aspetta
Scialla va tutto va secondo i piani
Scialla, il telefono squilla
Scialla, non ha suonato la sveglia
Scialla, il mondo è fuori che aspetta
Scialla va tutto va secondo i piani

Tutto è a posto quando è scialla brillo sotto il sole
Soldi in tasca quanto basta per ai piedi scarpe nuove
E non c’è limite sei scialla il numero uno
Hai il mondo in mano e se lo vuoi non ti ferma nessuno
E scialla e tu sei pronto, sorridi al nuovo giorno,
talmente scialla tocchi il cielo ci metti un secondo
Scialla come quando tutto va secondo i piani,
e me la sento scialla, non rispondo se poi tu mi chiami
Quando è scialla a testa alta ti senti un signore
Prendi e alzi la voce non sei più uno spettatore
Io me la sento scialla non c’è un’altra via di uscita
Nell’averla vinta mentre lotto contro questa vita

Scialla, il telefono squilla
Scialla, non ha suonato la sveglia
Scialla, il mondo è fuori che aspetta
Scialla va tutto va secondo i piani
Scialla, il telefono squilla
Scialla, non ha suonato la sveglia
Scialla, il mondo è fuori che aspetta
Scialla va tutto va secondo i piani

È scialla 24 ore ogni 7 giorni
E’ talmente scialla che quando esci non sai se ritorni
E ogni momento è buono, è scialla sul tuo trono
Ti senti Renzo come prima eri steso giù al suolo
E’ scialla come Luca, è scialla come Prince, fin qui tutto bene
E’ scialla tanto qua vivi una volta sola
E’ scialla come è grigio e non c’è più un colore,
sei casa e vivi scialla mentre fuori piove
E’ scialla come a scuole, entri in seconda ora
E’ scialla quando sei con gli amici e scialla la giornata vola

Scialla, il telefono squilla
Scialla, non ha suonato la sveglia
Scialla, il mondo è fuori che aspetta
Scialla va tutto va secondo i piani
Scialla, il telefono squilla
Scialla, non ha suonato la sveglia
Scialla, il mondo è fuori che aspetta
Scialla va tutto va secondo i piani
Scialla, il telefono squilla
Scialla, non ha suonato la sveglia
Scialla, il mondo è fuori che aspetta
Scialla va tutto va secondo i piani
Scialla, il telefono squilla
Scialla, non ha suonato la sveglia
Scialla, il mondo è fuori che aspetta
Scialla, hai miei problemi ci penso domani

http://it.wikipedia.org/wiki/Scialla!_(Stai_sereno)

http://it.wikipedia.org/wiki/Slangopedia

SLANG IN ITALIA

http://temi.repubblica.it/espresso-slangopedia/

Advertisements

La nostra Terra

https://www.youtube.com/watch?v=5T5ZRhgLtD0&playnext=1&list=PL7B5D34665AE9B1AA&feature=results_main  (Unsere Erde – Deutsch)

(Unsere Erde -Deutsch)

 

http://it.wikipedia.org/wiki/Earth_-_La_nostra_Terra

Earth – La nostra Terra (Earth) è un documentario naturalistico del 2007 destinato al cinema, realizzato dalla BBC Natural History Unit come primo film della Disneynature. Il film è uscito in contemporanea mondiale il 22 aprile 2009.

Il documentario è una co-produzione britannica, statunitense e tedesca, girata interamente in alta definizione con l’ausilio del 35mm e delle più innovative tecniche di ripresa. Earth utilizza alcune delle sequenze della serie di documentari BBC HD Planet Earth.

Il documentario mostra differenti habitat e creature che popolano il pianeta Terra, mettendo in guardia lo spettatore su ciò che minaccia la loro sopravvivenza e focalizzando l’attenzione su tre „famiglie“ di animali: megattere, elefanti africani e orsi bianchi.

http://de.wikipedia.org/wiki/Unsere_Erde_%E2%80%93_Der_Film

Der Film zeigt Aufnahmen von Wildtieren, die fernab menschlicher Zivilisation leben. Außerdem beschreibt der Film die Pflanzenwelt der verschiedenen Klimazonen der Erde und gibt Informationen zur Geschichte des Lebens auf der Erde, vor allem über die Entstehung und Wirkung der Jahreszeiten auf die Tier- und Pflanzenwelt.

Die Reise beginnt 1.200 km südlich des Nordpols. Im März, wenn die Polarnacht endet, verlässt eine Eisbärenmutter zum ersten Mal mit ihren Jungen ihre Höhle, während ein Eisbärenmännchen auf den schmelzenden Eisschollen auf Nahrungssuche geht. 1600 km südlich des Nordpols beginnt die Tundra, wo Wölfe den riesigen Karibu-Herden folgen. Die nächste Station ist die Taiga, die größte Nadelbaumregion der Welt, wo Luchse und der extrem seltene Amurleopard zu Hause sind. Anschließend werden Tierarten in der gemäßigten Laubwaldzone gezeigt, unter anderem eine Mandarinente, deren Junge sich wagemutig zum ersten Mal aus ihrer Baumhöhle auf den Boden herunterfallen lassen. Im Himalaya müssen Jungfernkraniche einen gefährlichen Flug von Tibet nach Indien in 8.000 Metern Höhe vorbei an den höchsten Bergen der Welt überstehen, um zu ihren Überwinterungsgebieten im Süden zu gelangen. Im tropischen Regenwald Papua-Neuguineas werden Paradiesvögel bei ihrer auffälligen Balz gezeigt. In der Kalahari müssen Elefanten– und Kaffernbüffelherden lange Wanderungen bis zu den Wasserquellen des Okavango auf sich nehmen, um die Trockenzeit zu überstehen. Es wird eine nächtliche Elefantenjagd gezeigt, wobei ein Löwenrudel von 30 Tieren eine Elefantenkuh mit ihren Jungen angreift. Anschließend geht es in die Meere, wo mit Hilfe einer computergesteuerten Kamera ein Weißer Hai bei der Robbenjagd dargestellt wird. Die Kamera folgt den Fächerfischen beim Fischfang und einer Buckelwalmutter mit ihrem Jungen zu den Krillgründen im Südpolarmeer. Von den Adeliepinguinen in der Antarktis geht es nach dem Beginn des Südpolarwinters zurück zum Sommer am Nordpolarkreis, wo ein abgemagertes Eisbärmännchen auf seiner verzweifelten Suche nach Beute vergeblich eine Walrossherde angreift und schließlich an Entkräftung stirbt.

Der Film endet mit dem Appell, Maßnahmen gegen die Globale Erwärmung zu ergreifen, da Forscher schon jetzt ein Aussterben der wilden Eisbärenpopulationen für das Jahr 2030 befürchten und ein Anstieg der Ozeantemperaturen zum Aussterben des für weite Teile der Meerespopulation lebensnotwendigen Planktons führt

http://www.youtube.com/watch?v=I1fQ-3-CEFg     Home, in italiano

http://www.youtube.com/watch?v=Ap4GJdMniYE&NR=1&feature=endscreen (balene e delfini)

https://www.youtube.com/watch?v=MBPct061orA   (la migrazione dei caribù)

https://www.youtube.com/watch?v=SbrhNg_QHxA   (il primo volo dei pulcini)

https://www.youtube.com/watch?v=MwbdJ65zNow  (il rivale)

https://www.youtube.com/watch?v=m2OU1S1FWgg   (l’uccello del Paradiso)

https://www.youtube.com/watch?v=f14C1JUc_EE    (cuccioli)

https://www.youtube.com/watch?v=ORKpEao2bfM  (scuola di volo)

https://www.youtube.com/playlist?list=PL6645BE5704932947  (la nostra terra con vari ambienti naturali)

https://www.youtube.com/playlist?list=PL9FA58EBE216CA5E9   (la nostra Terra, serie di filmati brevi)

https://www.youtube.com/watch?v=XbqgN3oRVWA   (la savana)

https://www.youtube.com/watch?v=6E2b1Pw-fIE   (l’Antartide)


Globalizzazione

Imagine (John Lennon)

Du wirst vielleicht sagen, ich sei ein Träumer,
Aber, ich bin nicht der einzige!
Und ich hoffe, eines Tages wirst auch Du einer von uns sein,
Und die ganze Welt wird eins sein.

Stell Dir vor, keinen Besitz zu haben !
Ich frage mich, ob Du das kannst.
Keinen Grund für Habgier oder Hunger,
Eine Bruderschaft der Menschen.

Stell Dir vor, all die Menschen,
Sie teilen sich die Welt, einfach so!

Du wirst vielleicht sagen, ich sei ein Träumer,
Aber, ich bin nicht der einzige!
Und ich hoffe, eines Tages wirst auch Du einer von uns sein,
Und die ganze Welt wird eins sein.

Imagine there’s no countries
It isn’t hard to do
Nothing to kill or die for
And no religion, too

Imagine all the people
Living life in peace

You, you may say I’m a dreamer
But I’m not the only one
I hope someday you will join us
And the world will be as one

Imagine no possessions
I wonder if you can
No need for greed or hunger
A brotherhood of man

Imagine all the people
Sharing all the world

You, you may say I’m a dreamer
But I’m not the only one
I hope someday you will join us
And the world will live as one

è facile se ci provi
nessun inferno sotto di noi
sopra di noi soltanto il cielo
Immagina tutta la gente
che vive per l’oggi.

Immagina che non ci siano nazioni
non è difficile da farsi
niente per cui uccidere o morire
è, in più, nessuna religione
immagina tutta la gente
che vive la vita in pace.

Tu puoi dire che non sono un sognatore
ma non sono l’unico
io spero che un giorno ti unirai a noi
e che il mondo sarà unito.

Immagina che non vi siano possedimenti
mi chiedo se ci riesci
nessun bisogno di abilità o di ingordigia
una fratellanza di uomini
immagina tutta la gente
che si divide il mondo in ugual misura.

Tu puoi dire che sono un sognatore
ma non sono l’unico
io spero che un giorno ti unirai a noi
e che il mondo sarà unito.

http://it.wikipedia.org/wiki/Globalizzazione

http://ospitiweb.indire.it/~mnmm0002/cdacqua/globabase.html

„ONE WORLD, ONE THINK, ONE WAY OF LIFE“

http://teacher.schule.at/funk/Globalizzazione/INDEX.htm

La globalizzazione

La globalizzazione è nata con lo straordinario sviluppo dei trasporti, delle comunicazioni e delle telematiche che hanno reso il pianeta sempre più interdipendente. Con questo termine non si vuole indicare solo l’enorme crescita dei trasporti, ma indica la dimensione planetaria che tutti gli aspetti della realtà hanno assunto nel senso che non vi è più nessun problema la cui risoluzione non implica l’intervento di ciascuno Stato. Gli Stati vanno man mano perdendo influenza sulla loro economia, infatti, i capitali finanziari non hanno più confini nazionali. Infatti, se in passato il crollo di una borsa aveva ripercussioni su paesi lontani dopo mesi, oggi si hanno all’istante. Lo sviluppo delle moderne tecnologie ha permesso la nascita della globalizzazione e le multinazionali stabiliscono le condizioni. In passato gli scambi commerciali avvenivano tra diversi settori economici, oggi invece il commercio avviene all’interno di singoli settori o anche tra filiali della stessa impresa dislocate in più paesi la motivazione perciò le fasi di produzioni o servizi sono collocati all’estero è dovuto al fatto che si ha un rapporto più favorevole tra specializzazione e costo del lavoro. Ad esempio in India c’è il centro di elaborazione dati di tutte le compagnie aeree mondiali dove è impiagato un personale molto specializzato ma retribuito con salari molto più bassi rispetto al resto del mondo. I lavoratori dei paesi sviluppati percepiscono uno stipendio migliore e rispetto a quello dei paesi in via di sviluppo e per questo motivo questi ultimi si trovano in una posizione concorrenziale rispetto ai lavoratori dei paesi ricchi questa concorrenza ha messo in crisi il potere contrattuale e le sue strategie cioè se da un lato le politiche sociali elevano il tenore di vita dei lavoratori dall’altra aumentano il costo del lavoro provocando un’emigrazione verso quei paesi dove tutto cìò è del tutto assente. Uno dei risvolti più penosi di questa concorrenza internazionale per l’occupazione è quello del lavoro minorile, che viene vietato e punito per legge nei paesi sviluppati ma praticato in quelli arretrati, in qui non solo le leggi ma anche la coscienza comune accettano questa prassi come del tutto normale. Infatti, nel terzo mondo vi è un altissimo numero di bambini schiavi che svolgono lavori faticosi e spessi pericolosi per orari interminabili percependo un salario esiguo anche rispetto a quelli gia bassi dei loro connazionali adulti. Solo grazie ad un’intensa campagnia di sensibilizzazione dell’opinione pubblica occidentale, alcune grandi imprese s’impegnano a non impiegare manodopera infantile. Un altro importante segnale dell’avvenuta globalizzazione e quello dei flussi migratori. L’entità delle migrazioni non è quantificabile per via clandestinità. Una parte dell’opinione pubblica ritiene che le persone immigrate rappresentano una minaccia perché può aumentare la criminalità. Altri ritengono leintegrazione può essere portatrice di nuovi valori, vitali e culturali e che la presenza di una forza di lavoro straniera può svolgere quelle mansioni che i giovani cresciuti nella società del benessere rifiutano. Il fenomeno della globalizzazione non ho lasciato indifferente nemmeno il campo alimentare. Infatti si stanno diffondendo sempre di più le abitudini alimentari tipiche americane attraverso la diffusione dei cosiddetti Mcdonald dove si consumano cibi che non rispettano una sana ed equilibrata alimentazione.

Mario De Martino

20121117-064855.jpg


GEOGRAFIA

Un po‘ di siti Internet sulla GEOGRAFIA..

http://www.dienneti.it/geografia/index.htm

http://www.deagostinigeografia.it/

http://www.globalgeografia.com/

http://www.giochi-geografici.com/


WWW.SCRIVOANCHIO.IT

http://www.scrivoanchio.it/scrivo2013/homepage.htm

Il Concorso Scrivoanchio.it in the world prevede la partecipazione dei ragazzi con età compresa tra i 14 ed i 18 anni. È obbligatoria l’iscrizione al Forum ed è molto importante per la selezione dei finalisti la partecipazione qualitativa all’attività del Forum. Il Concorso è strutturato in 2 sezioni: Racconti e Poesie. L’opera da presentare non dovrà superare le 20.000 (ventimila battute, spazi inclusi) e dovrà rispettare le “Regole editoriali” indicate dalla Commissione. La scadenza della presentazione del lavoro è il 28 gennaio 2013 (ore 24.00). I lavori saranno visibili sul sito http://www.scrivoanchio.it. Dal 28 febbraio al 18 marzo si svolgeranno le votazioni sul web (cf. Regolamento). Il 28 marzo saranno proclamati i 30 ragazzi finalisti (n. 15zona Italia”, n. 15Resto del Mondo”). Il 28 aprile sarà presentata ufficialmente l’ “Antologia dei giovani scrittori in…rete, ed. 2013”. Dal 15 al 20 luglio i finalisti parteciperanno ad Alberobello (Ba) al “Campus-stage itinerante”. La partecipazione al Concorso è GRATUITA.

Der Wettbewerb „Scrivoanchio.it in the world“ richtet sich an junge Menschen im Alter von 14-16 Jahren. Die Anmeldung im Forum ist zwingend und die aktive Teilnahme am Forum sehr wichtig für die Auswahl der Finalisten. Der Wettbewerb ist in zwei Teile gegliedert: Erzählungen und Gedichte. Das Werk, das präsentiert werden soll, darf 20.000 Zeichen (mit Leerzeichen) nicht überschreiten und muss den „Regeln“ der Kommission entsprechen. Der Abgabetermin geht spätestens bis 28.1.2013 (24 Uhr). Die Werke werden auf der Website http://www.scrivoanchio.it verfügbar sein. Vom 28.1.2013 bis 18.3.2013 wird die Wahl des besten Werkes im Internet stattfinden (siehe Reglement). Am 28.3.2013 werden die 30 Finalisten bekannt gegeben (15 aus Italien und 15 aus dem Rest der Welt). Am 28.4.2013 findet die Präsentation der „Anthologie der jungen Schriftsteller im Internet, Ausgabe 2013“ statt. Vom 15.-20.Juli werden die Finalisten am „Wander Campus stage“ in Alberobello (Provinz Bari) teilnehmen. Die Teilnahme am Wettbewerb ist kostenlos.


1848 Wien…

Fonte/Quelle http://www.lessing-photo.com/search.asp?a=L&lc=20202020445B&co=Austria&ci=Vienna&ln=Wien+Museum+Karlsplatz&p=10&ipp=6

 

 


Johann Nepomuk Höfel

http://www.lessing-photo.com/search.asp?a=L&lc=20202020445B&co=Austria&ci=Vienna&ln=Wien+Museum+Karlsplatz&p=10&ipp=6